La Ghisa dalle Origini ad Oggi

Storia della Ghisa

Per quanto riguarda la forgiatura della ghisa, è possibile affermare che alcuni rudimentali tentativi furono compiuti più di 1000anni a.C. proprio sul bacino del Mediterraneo; altri tentativi, invece, vennero fatti anche più tardi in Europa, ma i risultati furono per lo più deludenti poichè di rado si era in grado di raggiungere le giuste temperature per la fusione di ferro e carbonio.

Navigare Facile

Da questi primi tentativi nacquero poi tecniche di lavorzione via via sempre più elaborate, le quali, tuttavia, non furono in grado di dare alla luce una vera e propria ghisa come oggi la intendiamo. Buoni risultati furono probabilmente in grado di ottenerli alcuni fabbri del 700 d.C.: nella Val Camonica è stato infatti ritrovato un forno che si pensa fosse in grado di raggiungere ed addirittura superare il punto di fusione della ghisa, avvicinandosi persino ai 1200°C.

Food

La ghisa continuò comunque ad essere uno degli indesiderati sottoprodotti della produzione della spugna di ferro fino al 1150, anno a cui si pensa risalgano alcuni forni a torre per la specifica produzione della ghisa. Già dalla loro nascita, questi particolari forni presentarono notevoli vantaggi per quanto riguardava il risparmio: il rapprto tra consumi e produzione, infatti, andava notevolmente a favore delle aziende.

Nonostante le scarse qualità meccaniche della ghisa, questo materiale, ottimo per la fonderia, iniziò ad essere apprezzato verso la fine del XIVsecolo quando, grazie alla crescente richiesta di cannoni e palle da cannone, si assistette alla nascita di uno specifico mercato della ghisa.